Manuela Piemonte, le Amazzoni


Dal canto suo Rizzoli pubblica Amazzoni di Manuela Piemonte, ambientato ai tempi della della Seconda Guerra Mondiale: nella Libia dominata dagli italiani, è una notte di luna piena quando Sara e Angela, nove e sette anni, vedono una donna a cavallo in fuga nel deserto. Loro la chiamano, semplicemente, amazzone. Un’immagine da cui rimangono stregate, che le accompagna il giorno in cui, di lì a poco, sono costrette a partire. Ad attenderle, un’estate in colonia, tre mesi a conoscere l’Italia e la disciplina dei campi estivi fascisti. L’autrice del romanzo, classe ’78, non è all’esordio con la scrittura, e conosce bene il mondo dell’editoria: lavora infatti come sceneggiatrice, ghostwriter ed editor, e traduce narrativa e poesia in italiano dall’inglese e dallo spagnolo. Non solo: ha pubblicato racconti su numerose riviste.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti